Mutui tasso misto, cosa sono?

Nell’immaginario di coloro che si affacciano al mercato creditizio immobiliare (alias: mutui) in genere c’è un bivio: tasso fisso o variabile? In passato la scelta del tasso variabile -consigliata dai promotori in quanto potenzialmente molto conveniente- ha condannato molte famiglie a riconsiderare il proprio mutuo, sfruttare portabilità e nuove offerte per convertirlo in tasso fisso. Ma esiste una terza forma di mutuo, non ancora conosciuta, ossia il mutuo a tasso misto.
Il mutuo a tasso misto risponde alle esigenze di grande flessibilità da parte di famiglie e piccoli investitori, specie se si tratta dell’acquisto della prima casa (dove si abita).

In buona sostanza i mutui a tasso misto consistono in una base tasso fisso e una parte a tasso variabile su cui però viene applicato un tetto massimo di spread.

Il cliente quindi ha la tranquillità di poter fare pianificazione economica in relazione a quanto pagherà come rata, e in caso di crisi, la banca gli consentirà di ritrattare una parte del mutuo (a richiesta o dopo una scadenza pattuita).

Un commento

Have something to say?

(No worries, we will keep your email safe! Also, make sure you fill in email and name fields before posting a comment.)

*