Scegliere un buon investigatore privato a Roma

L’offerta di agenzie di investigazione a Roma è molto ampia e diversificata. Per questo, nel momento in cui ci si trova a dover scegliere un buon investigatore privato a Roma è bene analizzare le diverse opzioni e orientarsi verso quella che più si adatta, per professionalità e competenze, alle proprie esigenze.

Un requisito assolutamente fondamentale che deve essere verificato non appena ci si rivolge a un’agenzia o a un agente di investigazioni è il possesso dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività rilasciata dal Prefetto competente territorialmente. L’esercizio dell’attività investigativa in mancanza dell’autorizzazione prevista dalla legge costituisce un grave abuso e va a configurare il reato di violazione della privacy. La tutela legale è giustificata dalle caratteristiche proprie dell’attività investigativa, che tramite pedinamenti, raccolta di informazioni, registrazioni video e foto e il reperimento di testimoni entra in possesso di informazioni e dati personali sensibili. Oltre all’autorizzazione, è necessario che si dia pubblicità anche delle tariffe applicate ai diversi servizi, tramite specifiche tabelle autorizzate anch’esse dal Prefetto.

Nella fase di scelta di un investigatore privato a Roma si può tener conto di diversi elementi. Orientarsi verso un’agenzia operativa da diversi decenni può costituire una garanzia circa l’esperienza professionale, la conoscenza delle migliori tecniche investigative e un’approfondita conoscenza del territorio. Risulta fondamentale anche verificare gli ambiti di specializzazione dell’agenzia che si sta valutando: generalmente si distinguono le investigazioni di carattere personale (volte, ad esempio, ad accertare eventuali infedeltà coniugali, raccogliere prove da addurre in sede di separazione per la determinazione dell’assegno di mantenimento, ecc.) dalle investigazioni di tipo lavorativo o commerciale (volte, ad esempio, ad accertare condotte del lavoratore che possono portare al licenziamento per giusta causa o comportamenti che configurano il reato di concorrenza sleale).

Una volta individuata un’agenzia con un’offerta adatta alle proprie esigenze e stabilito un contatto con un agente che trasmetta competenza e fiducia, è necessario formalizzare l’incarico tramite un mandato che sintetizzi le motivazioni e le circostanze che definiscono l’indagine. Al termine delle indagini, poi, l’agente è tenuto a fornire al cliente un report conlcusivo che indichi le attività svolte, le eventuali tecnologie utilizzate e le prove raccolte.

Have something to say?

(No worries, we will keep your email safe! Also, make sure you fill in email and name fields before posting a comment.)

*